Ikygai, il marchio di Top Seeds International per i millennial

Vivaisti siciliani in Marocco
Marzo 9, 2020
Agribusiness, si amplia la Japan Vegetable Seeds
Aprile 14, 2020

Copyright belongs to Monique Klaare

A Fruit Logistica, Top Seeds International ha presentato Ikygai, il nuovo
marchio che strizza l’occhio ai giovani e al benessere. Il primo prodotto
della linea è il pomodorino Yuka.

Si chiama Ikygai, è il nuovo marchio presentato da Top Seeds International in occasione di Fruit Logistica, ed è dedicato ai prodotti freschi e ai millennial. Basato sulla filosofia giapponese che mette al centro uno stile di vita sano ed equilibrato, il brand Ikygai nasce proprio dalle esigenze dei consumatori, esigenze intercettate da Top Seeds International tramite speci ci test sul prodotto, svolti non solo su potenziali acquirenti tradizionali, ma anche su un panel di esperti.
I risultati di questa indagine, e?ettuata nel corso del 2019, hanno fatto emergere l’esigenza di un marchio capace di racchiudere prodotti freschi, sinonimo di salute, bellezza, gusto e ispirazione.  Anche il packaging di Ikygai, realizzato in plastica trasparente riciclata, risponde alle esigenze manifestate dal consumatore in fase di test: non solo semplicità, eleganza e trasparenza, ma anche la possibilità di vedere nell’immediato il prodotto, il tutto nel rispetto dei fondamentali principi etici e sostenibili. Con Ikygai, Top Seeds International vuole puntare sull’esclusività e sull’innovazione, inserendo – ogni due anni circa –prodotti premium quality tra cui peperoni, cetrioli, meloni, angurie e cipolle.

Yuka, il pomodorino della linea Ikygai

A Berlino è stato presentato il primo prodotto appartenente alla linea Ikygai. Si tratta di Yuka, il pomodorino mini plum dai grappoli eleganti e uniformi, con frutti di un vivace colore arancione e dal peso medio di 20-25 grammi. Dotato di una buona shelf life, presenta frutti sodi e leggermente croccanti e un elevato grado Brix. Dal punto di vista genetico, la pianta si presenta aperta, ad alto vigore e molto produttiva, e annovera un gran numero di resistenze. «Dalle indagini condotte – ha spiegato Gianni Bernardotto CEO di Top Seeds International – la dolcezza di Yuka è risultata signi cativamente più alta rispetto al benchmark, il sapore più fruttato e con meno retrogusto e la consistenza più solida. Abbiamo e?ettuato queste ricerche per stare al passo con le esigenze del mercato: il nostro obiettivo è quello di sviluppare varietà orticole non solo con un’ampia gamma di resistenze genetiche, ma anche con caratteristiche sempre più desiderabili per il consumatore».