Portinnesto melone, non la solita zucca

Uno zucchino screziato che regala soddisfazioni
Novembre 24, 2022
Fruitlogistica 2023
Gennaio 18, 2023

I tecnici di TSI Italia, filiale Italiana di Top Seeds International appartenente al gruppo giapponese Mitsui & Co, dopo quattro anni di screening, prove di campo e sperimentazione con enti pubblici e privati, sono riusciti a sviluppare un nuovo portainnesto per melone con tutte le caratteristiche necessarie a proporsi come un prodotto di alta qualità.

La peculiarità di Niagara (ex MD-S) è che si tratta di un melone di tipo liscio e si distingue per le sue capacità di aumentare la precocità, la produzione, la vigoria di tutti i nesti sul quale viene innestato.

Ed è proprio per questo motivo che Niagara è in grado di migliorare gli aspetti legati alla qualità finale del prodotto (come ad esempio il grado Brix) e l’uniformità dei frutti, agevolando perfino gli agricoltori durante la fase di raccolta.

Uniformità in campo

Durante gli anni di sperimentazione, è stato possibile notare come Niagara offra un’ottima protezione alle malattie telluriche (come Fusarium oxysporum e Monosporascus cannonballus) anche quando coltivato in areali altamente problematici. Niagara può essere impiegato fin dai trapianti più precoci con elevata adattabilità in serra, tunnellino e pieno campo.

Infine, come riferiscono da TSI Italia: “si segnala l’ottimo comportamento in vivaio, dove garantisce alta germinabilità e ottima affinità di innesto con le principali varietà di melone coltivate”.

TSI Italia, con l’introduzione di questa nuova varietà di porta innesto melone, vuole evidenziare che l’azienda sta lavorando su una sempre più ampia gamma di prodotti che possano soddisfare le richieste e i bisogni del mercato, dei produttori e, ovviamente, dei consumatori finali.