Nuove varietà di broccolo, l’ortaggio principe della tavola italiana

Fruitlogistica 2023
Gennaio 18, 2023

“Una delle referenze tradizionalmente più apprezzate dai consumatori italiani si conferma essere il broccolo che, con le sue proprietà organolettiche e ricco di sali minerali e vitamine, resta il principe della tavola”. A dirlo è Pino Fioretti, general manager di TSI Italia.

Ed è proprio con l’intento di intercettare questa importante fetta di mercato in Italia che TSI ITALIA, filiale Italiana dell’israeliana Top Seeds International, appartenente al gruppo giapponese Mitsui & Co, da qualche anno sta sviluppando varietà di broccolo con genetica giapponese per il mercato europeo.

“Il materiale che abbiamo posto in prova negli screening degli ultimi 4 anni – aggiunge Fioretti (in foto) – proviene dalla ricerca di JVS – Japan Vegetable Seeds: una joint venture siglata sempre con il gruppo Mitsui & Co per aprire nuovi mercati, accelerare le innovazioni, sviluppare nuovi prodotti e condividere know-how attraverso una piattaforma tecnologica comune. La nostra ricerca è volta alla identificazione di ibridi resilienti e capaci di offrire valore aggiunto, che meglio si adattino al panorama produttivo nostrano; tant’è che le prove delle novità varietali sono state sviluppate in campo, proprio negli areali di elezione del broccolo in Italia”.

“A breve, usciremo con varietà commerciali idonee a soddisfare le richieste del mercato e degli agricoltori italiani – specifica il manager – con prodotti che uniscono caratteristiche per il mercato fresco e per il prodotto trasformato, con eccellente attitudine alla lavorazione industriale. Lo sviluppo e l’adattamento del materiale genetico nelle aree ideale alla coltivazione del broccolo in Italia ha portato alla nascita di varietà con piante vigorose ed aperte, con corimbi caratterizzati da un alto peso specifico ed elevata compattezza delle fiorette e consistenza in generale. Tra le principali caratteristiche delle nostre varietà, vi è l’assenza di fusto cavo e una buona tolleranza ai principali patogeni del corimbo, con salvaguardia della qualità del prodotto finale, anche con assenza di macchie antocianiche”.

“TSI Italia, d’altra parte – conclude Fioretti – con l’introduzione di varietà di broccolo, vuole evidenziare che l’azienda sta lavorando su una sempre più ampia gamma di prodotti che possano soddisfare le richieste e i bisogni del mercato, dei produttori e ovviamente dei consumatori finali”.